Suicidi nelle carceri, Apprendi: “Lo Stato è incapace di tutelare i fragili”

Suicidi nelle carceri, Apprendi: “Lo Stato è incapace di tutelare i fragili”

9 Febbraio 2022 Off Di emanuelecammaroto

“Sono 9 i casi di suicidio, con quello dell’Ucciardone di ieri, dal primo dell’anno nelle carceri italiane. Il sistema penitenziario non e’ in grado di garantire la dovuta tutela della salute, sopratutto ai soggetti più fragili. I nostri appelli inascoltati, sono ormai all’ordine del giorno. Antigone Sicilia, il 4 febbraio scorso,aveva titolato un comunicato stampa, “SOS SANITÀ PENITENZIARIA” Il giovane detenuto di 26 anni suicidatosi con le lenzuola, doveva scontare una pena definitiva di 3 anni e 8 mesi e il suo avvocato pare che avesse già segnalato il suo disagio psichico. Basteranno poche ore per archiviare anche questo caso, tutti responsabili, nessuno responsabile. Il dolore rimarrà alla famiglia che non troverà mai la pace della rassegnazione“. Lo dice Pino Apprendi presidente di Antigone Sicilia.

© Riproduzione Riservata

L’articolo Suicidi nelle carceri, Apprendi: “Lo Stato è incapace di tutelare i fragili” sembra essere il primo su ilSicilia.it.