HomeHomeTaormina 2023: De Luca in campo ma con chi? Il casting e...

Taormina 2023: De Luca in campo ma con chi? Il casting e le alleanze

TAORMINA – Dopo l’annuncio della candidatura a Taormina, Cateno De Luca ora dà avvio alle consultazioni per la composizioni del suo schieramento. Partono le trattative e con molta probabilità saranno quelle che realmente delineeranno l’assetto dello schieramento che verrà guidato dal parlamentare di Fiumedinisi.

Sin qui il “casting” pro-De Luca è stato portato avanti dal sindaco di Santa Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice, che ha incontrato ed anche invitato nella cittadina ionica vari esponenti sia della maggioranza che dell’opposizione. Ma in questo contesto variegato non manca qualche perplessità e rimangono non pochi malumori tra i sostenitori della “prima ora” di De Luca per la presenza negli ambienti deluchiani anche di alcuni amministratori taorminesi che si erano “innamorati” politicamente dell’ex sindaco di Messina per le Regionali e lo avevano abbandonato poco dopo il suo malore, per poi rifarsi avanti in queste recenti settimane. Ha fatto discutere, d’altronde, la cena della maggioranza taorminese l’11 novembre scorso a Santa Teresa di Riva, con tanto di scherno social poi rivolto allo stesso De Luca.

E nel frattempo risulta pure che nella serata del 4 gennaio scorso si sia verificato il singolare episodio di un giovane politico taorminese rimasto fuori dalla porta di una riunione a Santa Teresa. Si racconta che a mettere il veto sarebbero stati esponenti dell’attuale Amministrazione comunale di Taormina.

“Cateno, occhio a chi ti metti attorno”, è il monito che arriva dagli aficionados di De Luca, che nei mesi recenti ha avuto ben altre questioni personali da affrontare e a questo punto dovrà entrare in prima persona nelle dinamiche di Taormina, calarsi in una realtà piccola e particolare, non semplice da affrontare e certamente differente dalle altre. De Luca lo sa e da qui in avanti sarà chiamato a valutare i compagni di viaggio. Il casting è una cosa, le alleanze sono un’altra storia. Il tempo delle scelte spartiacque comincia adesso.

“Chi vuol mettere da parte se stesso e porre al centro del confronto Taormina e i taorminesi mi troverà pronto al dialogo. Definiremo presto il percorso programmatico. Chi vuol stare al fianco dei taorminesi e vuol avere con me l’onore e l’onere di imprimere una marcia in più è ben venuto. A nessuno darò l’alibi di potersi organizzare come reazione alla mia posizione”, fa sapere intanto De Luca.

“Mi spoglio del mio ruolo di leader politico” ha aggiunto il parlamentare. La traduzione è che non ci saranno vincoli di partito né di colori politici nella costruzione del percorso taorminese avviato da Scateno. E a Taormina c’è chi non ha perso tempo e si era portato avanti da un pezzo, presentandosi con la foglia di fico a Santa Teresa per farsi arruolare. “Nudi alla meta” per conquistare un posto nel cuore di De Luca e un ruolo alla sua corte. E per blindare un posto al palazzo municipale possibilmente.

ARTICOLI CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

35,398FansMi piace
1,564FollowerSegui