Programmazione fondi Pnrr, Cannata: “Si amplia l’offerta sanitaria del territorio siracusano”

Programmazione fondi Pnrr, Cannata: “Si amplia l’offerta sanitaria del territorio siracusano”

1 Febbraio 2022 Off Di

“Tre ospedali di comunità, al presidio ospedaliero di Lentini, al Trigona di Noto e al Rizza di Siracusa. Ancora: 12 case di comunità, ad Augusta, Avola, Floridia, Francofonte, Lentini, Melilli, Noto, Pachino, Palazzolo, Rosolini e due a Siracusa. Infine 4 centrali operative territoriali dislocate al Muscatello di Augusta, al Pta di Lentini, al Trigona di Noto e all’ex Onp di Siracusa. È la mappatura delineata per il territorio di Siracusa secondo il criterio del rapporto della popolazione articolata nei singoli distretti e dei requisiti organizzativi strutturali“.

Lo rileva la deputata regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata, che stamattina ha partecipato all’audizione in commissione Sanità sulla programmazione regionale dei fondi del PNRR destinati al settore sanitario e socio-sanitario. La parlamentare spiega: “Nel corso dell’audizione, l’assessore regionale della Salute, Ruggero Razza, ha esposto il piano di potenziamento della rete dell’assistenza socio-sanitaria in Sicilia secondo le proposte tecniche delle nove Direzioni Asp, delineate in conformità alle linee guida nazionali e in fase istruttoria presso l’Agenas.”

L’on. Rossana Cannata conclude: “L’ampliamento dell’offerta sanitaria, tramite la creazione di nuove strutture e interventi, quali il rafforzamento dell’assistenza domiciliare e lo sviluppo della telemedicina, secondo le articolazioni della missione 6 del piano nazionale di ripresa e resilienza, verrà analizzata in commissione Sanità con altre audizioni e la convocazione dei direttori generali e delle parti a vario titolo coinvolte nel raggiungimento di importanti obiettivi e traguardi nel processo di tutela della salute“.

© Riproduzione Riservata

L’articolo Programmazione fondi Pnrr, Cannata: “Si amplia l’offerta sanitaria del territorio siracusano” sembra essere il primo su ilSicilia.it.