HomePrimo pianoCcpm Taormina, le famiglie festeggiano la svolta

Ccpm Taormina, le famiglie festeggiano la svolta

TAORMINA – Dalla paura alla gioia. Il Ccpm di Taormina si lascia alle spalle il pericolo di chiusura e festeggia la svolta maturata il 10 gennaio scorso in Commissione Salute all’Ars, dove si è deciso di rinnovare la convenzione in scadenza il 31 luglio prossimo tra Regione Siciliana ed il “Bambino Gesù” di Roma.

La convenzione verrà adesso rimodulato e poi firmata con la prosecuzione delle attività del Centro di Cardiochirurgia Pediatrica del Mediterraneo per altri quattro anni. Così nelle scorse ore il Comitato genitori dei bambini ricoverati ed in cura al Ccpm ha voluto festeggiare il “lieto fine” di questa vicenda insieme al personale medico ed infermieristico della struttura.

“Abbiamo voluto ringraziare tutti per questo straordinario risultato – ha dichiarato Caterina Rizzo, portavoce del Comitato genitori dei bambini in cura al Ccpm -. Dopo tanta sofferenza, dopo i nostri appelli e soprattutto dopo il forte timore che la fine fosse vicina, è arrivata la notizia che desideravamo e questa svolta ci riempie il cuore di felicità. Ed è con questo spirito che abbiamo organizzato un momento simbolico di festa, ritrovandoci in reparto con il primario, dott. Sasha Agati e tutta l’equipe del Ccpm, medici, infermieri, etc. Vogliamo ringraziare tutti loro, la presidente del Bambino Gesù, Mariella Enoc, il commissario Asp, Dino Alagna, la politica, i sindaci e tutti coloro che si sono impegnati per consentire la prosecuzione delle attività del Ccpm a Taormina. Non poteva finire in quel modo come si ipotizzava e alla fine è arrivato invece il risultato più importante, nell’interesse delle famiglie e di tanti bambini, a tutela del diritto alla salute e con un giusto riconoscimento all’eccellenza della sanità. Saremo a Taormina per altri quattro anni ed è per noi emozionante sapere che i bambini ricoverati non dovranno più temere la chiusura di questo reparto”. “Ora – evidenzia Rizzo – speriamo si possa proseguire tutto con una ritrovata serenità, andando a potenziare questo reparto con tutto il personale necessario”.

ARTICOLI CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

35,398FansMi piace
1,564FollowerSegui