HomeEuronewsMessico, guerriglia senza precedenti tra narcos e polizia

Messico, guerriglia senza precedenti tra narcos e polizia

Sono una trentina le vittime dello scontro avvenuto tra i narcos e le forze dell’ordine in Messico, nella città di Culiacan, duranteil blitz della polizia per catturare Ovidio Guzman Lopez, figlio del super boss “El chapo”, che sconta da anni una condanna all’ergastolo in un carcere statunitense. Tra i morti ci sono dieci soldati e agenti, e 19 narcotrafficanti, oltre a decine di feriti delle due parti. 21 membri del cartello sono stati arrestati.

Nonostante la presenza di oltre 3.500 uomini di esercito e polizia, il cartello del narcotraffico locale si è attivato per proteggere il figlio del boss, che ora è stato trasferito a città del Messico per le indagini.Ovidio Guzman Lopez, detto El Raton (“il topo”), è stato comunque catturato dopo una guerriglia durata diverse ore e l’attivazione 19 barricate sulle principale vie di comunicazione per ostacolare le forze dell’ordine.

Per Ovidio Guzman, detenuto nella prigione di Altiplano, sono già stati disposti due mesi di carcerazione preventiva. Ora il Messico dovrà decidere se procedere con il processo di estradizione verso gli Stati Uniti, dove dovrebbe essere giudicato per associazione a delinquere e traffico di stupefacenti.


Fonte: Euronews
ARTICOLI CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

35,398FansMi piace
1,564FollowerSegui