Mattarella-Draghi: il patto segreto (ma non troppo)

Mattarella-Draghi: il patto segreto (ma non troppo)

4 Febbraio 2022 Off Di emanuelecammaroto

Sergio Mattarella non è il primo Presidente della Repubblica che viene rieletto, era già successo con il peggiore Capo dello Stato di sempre, Giorgio Napolitano, ma ci si chiede a questo punto se davvero il Mattarella bis durerà sette anni e con un mandato pieno, o se invece la rielezione sancita dai grandi elettori nei giorni scorsi nasconde altri risvolti.

Siamo sicuri che tra un anno non si dimetterà, magari dopo le elezioni politiche? Qualcuno pensa a questo scenario e molti sono convinti che tra un anno Mattarella si farà da parte ed evidentemente non lo potrà mai dire adesso, in questa fase ancora di emergenza per il Paese e con una pandemia (e la conseguente emergenza) non ancora finita.

I malpensanti profetizzano che Mattarella sia stato “aiutato” a restare al Quirinale dalle trame di Mario Draghi, che con i suoi “adepti” (vedi Di Maio) ha stoppato e bruciato, di volta in volta, le varie candidature al Colle. E a quel punto la prospettiva sarebbe proprio quella di una staffetta alla Presidenza della Repubblica tra Mattarella e Draghi. Andranno davvero così le cose? Fantapolitica o forse no. Il fronte del “sì” ricorda che anche Napolitano si è dimesso dopo un anno, il fronte del “no” anticipa che Draghi corre il serio rischio, semmai, di essere richiamato lui da Mattarella di nuovo a Palazzo Chigi se come pare molto probabile alle prossime elezioni non vincerà nessuno e non uscirà dalle urna una maggioranza. Comunque vada, anche stavolta, non saranno gli italiani a decidere….