HomeTurismo & LifestyleGlobal Blue e Lybra Tech: Taormina e Capri regine del turismo Usa...

Global Blue e Lybra Tech: Taormina e Capri regine del turismo Usa in Italia

L’estate 2024 sarà caratterizzata in Italia dal turismo proveniente dagli Usa: ad affermarlo il report ‘THE NEXT’, a cura di Global Blue e Lybra Tech. Tra le destinazioni principali del mercato americano c’è Taormina, che si conferma una delle mete preferite da questo movimento. La percentuale di incidenza del turismo americano sull’interezza dei flussi turistici nel territorio vede Capri con il 31% rappresentato proprio da cittadini statunitensi mentre a Taormina lo stesso movimento e’ il 32% del totale.

La permanenza vede Capri e Taormina in vetta con quattro giorni. Questi dati, ottenuti da Lybra Tech analizzando le ricerche di soggiorno compiute tra marzo e giugno, sono in continuità con il 2023, quando Capri si rivelò la meta estiva per eccellenza e i turisti a stelle e strisce i più attivi nell’effettuare acquisti Tax Free Shopping: secondo Global Blue, tra maggio e settembre 2023, il 55% dei volumi generati a Capri è stato ad opera dello shopper americano.

In questa speciale classifica, dopo Capri e Taormina, seguono Forte dei Marmi, Portofino e Porto Cervo. La perla della Costa Smeralda, nonostante occupi l’ultima posizione, si distingue per la durata media del soggiorno più lunga, con una permanenza di 5,5 giorni. Quattro a Forte dei Marmi e Taormina (oltre Capri), mentre i turisti a Portofino scelgono in media di soggiornare in paese per soli 2,4 giorni.

Vi sono poi nazionalità emergenti. L’Australia si distingue come un mercato significativo, comparendo nelle top 10 di Taormina (3%) e Porto Cervo (4%). Un mercato in crescita negli ultimi anni, soprattutto grazie ai nuovi collegamenti aerei che facilitano i viaggi intercontinentali. A Capri, invece, si nota una crescente presenza di turisti provenienti dal Brasile (2,6%) e dall’India (2%).

THE NEXT lo approfondisce attraverso i dati Tax Free shopping forniti da Global Blue. Tra marzo e maggio, la spesa Tax Free è cresciuta del 36% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, così come sono aumentate le transazioni (+42%): lo slancio dato dalla primavera è quindi positivo e l’auspicio è che il trend di crescita prosegua.

Ancora una volta, le principali nazionalità per contribuzione alla spesa sono state quella americana (37%), araba (10%) e dei turisti del Sud-est asiatico (7%). Per quanto riguarda le categorie merceologiche preferite svetta il Fashion&Clothing, con il 78% dei volumi di acquisto (+4 punti percentuali sul 2023), seguito dal Watches&Jewellery con il 19%.

Analizzando la singola destinazione, Capri ha registrato un +17% di spesa Tax Free rispetto al 2023 – trainata dai turisti americani (53%) – ma la crescita più elevata l’ha segnata Forte dei Marmi: +107%, grazie soprattutto al turista svizzero, che qui è stata la prima nazionalità per contribuzione insieme agli arabi (17%) e quella con lo scontrino medio più elevato (4.627 euro). Porto Cervo, infine, è stata la località con lo scontrino medio maggiore, a quota 3.039 euro (+57%), e la seconda per tasso di crescita della spesa Tax Free (+73%).

ARTICOLI CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

35,880FansMi piace
14,200FollowerSegui
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.