Finta chiamata dalla banca: truffa a 70 mila persone nel Regno Unito

Finta chiamata dalla banca: truffa a 70 mila persone nel Regno Unito

25 Novembre 2022 Off Di RedazioneTn24

Gli esperti l’hanno già ribattezzata come la più grande truffa telefonica mai avvenuta nel Regno Unito, con un clamoroso giro d’affati che raggiunge e supera i 60 milioni di euro. Gli agenti di Scotland Yard hanno, infatti, arrestato più di 100 persone, soggetti che per 20 mesi hanno derubato ignari cittadini tra i quali in particolare anziani. All’indagine, per fare luce su questa inquietante vicenda, ha collaborato con la polizia britannica anche la polizia olandese.

Si stima che la banda abbia preso di mira oltre 70 mila potenziali vittime. Al momento si contano oltre 100 persone arrestate per il coinvolgimento nell’azione criminale.

Il piano architettato era a dir poco diabolico e la mente era un 34enne londinese. Per portare a termine la truffa e rubare i dati degli utenti i malviventi usavano un sito chiamato iSpoof, ora chiuso. Grazie al sito i malviventi riuscivano a mascherare il proprio numero di telefono e a spacciarsi per impiegati di varie banche come Barclays, Santander, HSBC, Lloyds, Halifax, First Direct, NatWest, Nationwide. Le vittime venivano avvertite di un falso hackeraggio e indotte a comunicare i propri codici personali.

I componenti dell’organizzazione hanno avuto modo di rapinare e quindi svuotare i conti correnti delle vittime, che in media subivano il furto di circa 10 mila sterline. Tra le vittime accertate c’è anche chi ha perso, a quanto risulta, circa 3 milioni di sterline.

In un momento della giornata, circa 20 persone venivano contattate dai truffatori che si nascondevano dietro false identità grazie al sito, che gli permetteva di simulare, come detto, la chiamata da un istituto di credito. iSpoof venne istituito nel 2020 e venne acquistato dalla banda criminale tramite bitcoin. L’obiettivo delle chiamate era indurre le proprie vittime a consegnare del denaro o a dare l’accesso ai loro conti bancari. Solo ad agosto, riferisce il Guardian, sono state effettuate circa 10 milioni di chiamate a livello globale, di cui 3,5 milioni solo nel Regno Unito.