Diario di Taormina Gourmet 2022, lo show dell’eccellenza enogastronomica

Diario di Taormina Gourmet 2022, lo show dell’eccellenza enogastronomica

26 Ottobre 2022 Off Di RedazioneTn24

TAORMINA – Tre giornate intense e di grande interesse hanno caratterizzato la nona edizione di Taormina Gourmet, l’evento tenutosi all’hotel Villa Diodoro di Taormina dal 22 al 24 ottobre scorso. La rassegna enogastronomica ideata e guidata da Fabrizio Carrera è ormai diventata uno degli appuntamenti del gusto più importanti al Sud. Ha esaltato anche stavolta non soltanto il vino ma anche il buon cibo e naturalmente non poteva mancare la pizza ed il meglio del Food & beverage con degustazioni, cooking show, e masterclass. Oltre 60 cantine da tutta Italia con 180 vini in assaggio: questi i numeri selezionati con sapienza da Cronachedigusto per il banco assaggio.

Il programma di quest’anno era davvero pieno di tante iniziative di alto livello – spiega a TN24 Giuseppe Santoro, presidente della Fip, Federazione Italiana Pizzaioli, che ha seguito per noi l’evento -. Interessanti e degne di nota anche le premiazioni, nell’ambito del concorso SUD TOP WINE, con una giuria di esperti internazionali guidata da Daniele Cernilli. Tra gli ospiti c’era anche un nome conosciuto nell’ambito Wine International, Mattia Spedicato, uno dei sommelier del Geranium di Cophenaghen, il numero uno dei Ristoranti per la guida Word’s best Restaurants Il noto Sommelier ha tenuto una masterclass sui vini in carta al Geranium e poi un talk show. Da evidenziare anche la premiazione di SUD TOP WINE con i migliori vini del Sud Italia valutati e giudicati da un gruppo di giornalisti, stranieri insieme al presidente di giuria, Daniele Cernillie al Winw Writer di Cronache di Gusto, Federico Latteri”.

“Un’ampio spazio e stato dedicato ai giovani chef emergenti siciliani, ed ai migliori Pizzaioli dell’Isola, alcuni dei quali si sono esibiti in Cooking show nel format Fish Academy dedicato alla promozione del pescato e alla salva guardia delle attivita marine. Tanti i partner di questa nona edizione, tra i quali il Consorzio del limone dell’Etna IGP, e poi la collaborazione dell’Istituto Pugliatti di Taormina, ed il Distretto della frutta secca”.

“Ovviamente ho seguito con molto interesse lo spazio riguardante la pizza – evidenzia Santoro per TN24 – con 28 pizzaioli che si sono esibiti in una dimostrazione con assaggio, erano in tanti da tutta la Sicilia e hanno dimostrato la loro maestria nella preparazione e degustazione delle pizze alla stampa ma anche a chi aveva acquisto la degustazione”.

“Tutte le pizze sono state raccontate, dai diretti interessati e a sua volta accompagnati da vino, birre artigianali, e da bollicine. Molti i nomi noti fra i pizzaioli, alcuni di loro anche tra i spicchi del Gambero rosso, altri tra le guide di 50Top pizza, ci sembra doveroso nominarne alcuni , alcune di queste prelibatezze le abbiamo assaggiate tra queste quella di Alessandro De Natale di Ristorante Pizzeria de Natale di Fiumefreddo, pizzaiolo emergente, ma con tanta esperienza alle spalle, come quella di Pierluigi Bellavia, di Pietra in Grani di Petraperzia o quelle di Davide Di Dio, Al Carrettino, o di Emanuele Serpa Frumento Acireale o Salvatore Marino, Datterino di Messina, e tanti ancora provenienti da tutte le province siciliane. Possiamo dire che Il Vino sposa bene sua maestà la pizza. E’ stato un pienone di emozioni”.