HomeHomeBuon compleanno frana Lappio: 20 anni di vergogna a Taormina

Buon compleanno frana Lappio: 20 anni di vergogna a Taormina

TAORMINA – Con l’avvento del 2023 celebriamo un compleanno molto particolare a Taormina. Compie, infatti, 20 anni la frana di contrada Costa don Lappio. Avete capito bene, 20 anni. E d’altronde i taorminesi la conoscono bene questa vicenda che abbiamo raccontato in una infinità di articoli. Quando si verificò questa frana era il 2003 e da allora sono trascorsi 240 mesi, circa 87600 giorni. A Taormina si sono avvicendate 5 Amministrazioni comunali e 2 commissari straordinari, e c’è stato pure un G7. A Palermo sono cambiati 5 governi regionali. Nel frattempo a Roma sono passati 11 governi, in Vaticano si sono avvicendati 3 Papi e nel mondo sono morti pure Maradona e Pelé e in Giappone c’è stato un terremoto con un’autostrada crollata e ricostruita in una settimana, ma la frana di Lappio a Taormina è ancora lì. Praticamente è diventata un monumento alla burocrazia che ha rovinato all’Italia, un simbolo di inerzia e lentezza cosmica.

Oggi come 20 anni fa i massi (e che massi) della frana di Lappio sono, lì esattamente al loro posto, a rischio di finire in testa a qualcuno. Non c’è fretta, c’è tempo per fare i lavori.

La storia racconta di un finanziamento intercettato nel 2014 dal Comune, una gara d’appalto espletata ed aggiudicata e poi revocata, che non ha mai portato all’avvio dei lavori. Sino ad arrivare alla revoca definitiva nel 2020 di quel finanziamento. Due anni fa, attraverso il Dissesto Idrogeologico, è iniziato un nuovo iter per un piano di interventi da 800 mila euro. Sono state fatte delle indagini geologiche, con il Comune che ha dato la possibilità ai tecnici ad introdursi nelle proprietà private interessate dai lavori. Dopo i rilievi geognostici e geotecnici, e le relative verifiche geologiche, si dovrebbe definire la progettazione esecutiva dei lavori e quindi ad affidare le opere con la relativa gara d’appalto, che se Dio vuole si effettuerà quest’anno. Quindi i lavori quando inizieranno? Boh.

E allora in definitiva, in questa storia infinita tra Taormina e Palermo, è inevitabile porsi una semplice domanda: ma quanto minchia ci vuole per sistemare una frana? Ci vogliono 20 anni per rimuovere una situazione di pericolo a fronte di uno smottamento che – non ieri mattina ma già nelle sue prime fasi – ha pure lesionata una casa a monte del costone?

Neanche nella Repubblica delle Banane ci impiegherebbero così tanto tempo. E’ un pò come quando Banana Joe andò a farsi rilasciare una carta d’identità e per mesi lo rimpallavano da un ufficio all’altro, così alla fine il malcapitato andò dal ministro e lo prese per per un orecchio, e il timbro sul documento se lo appose da solo. Ecco, in questa storia non si comprende dove inizia la farsa e dove comincia la vergogna. Buon compleanno frana di Costa don Lappio!!

ARTICOLI CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

35,398FansMi piace
1,564FollowerSegui