Svizzera, bocciato il referendum per vietare la sperimentazione sugli animali

Svizzera, bocciato il referendum per vietare la sperimentazione sugli animali

14 Febbraio 2022 Off Di emanuelecammaroto

Respinta in Svizzera l’iniziativa popolare per proibire le sperimentazioni su animali ed esseri umani. 

L’iniziativa al voto era stata lanciata da un gruppo di cittadini sostenuti da circa 80 organizzazioni e aziende attive nel benessere degli animali, nella protezione dell’ambiente e nella medicina alternativa. A contrastare il referendum, però, vi era l’intero governo e tutto il parlamento, l’università “Swissuniversities” e il Fondo Nazionale di ricerca, i quali hanno invitano i cittadini a votare “No”.

La vittoria degli animalisti era improbabile anche secondo i media nazionali, poiché la Svizzera ha diverse grosse industrie farmaceutiche e numerosi istituti di ricerca che, in media, fanno ogni anno esperimenti su 600mila animali di cui, in maggioranza, topi, ratti o uccelli.

La sconfitta degli animalista, inoltre,  sarebbe dovuta anche a una legge sulle sperimentazioni in laboratorio su cavie molto severa. Nello specifico, i soggetti richiedenti, infatti, devono dimostrare che i benefici della ricerca superano le sofferenze inflitte agli animali e che non esistono alternative alla sperimentazione animale.

 

© Riproduzione Riservata

L’articolo Svizzera, bocciato il referendum per vietare la sperimentazione sugli animali sembra essere il primo su ilSicilia.it.