Palermo, dalla Grecia arriva la statua della dea Atena per i 4 anni del Salinas

Palermo, dalla Grecia arriva la statua della dea Atena per i 4 anni del Salinas

9 Febbraio 2022 Off Di emanuelecammaroto

Arriva a Palermo, dal Museo dell’Acropoli di Atene, la statua della dea Atena che sarà esposta per quattro anni al Museo regionale Salinas.

Ad accompagnare il prezioso reperto, che risale al V secolo avanti Cristo, sono stati il ministro greco della Cultura e sport, Lina Mendoni, e il direttore del Museo ateniese, Nikolaos Stampolidis, che hanno affidato la statua alla Regione Siciliana, alla presenza dell’assessore regionale dei Beni culturali e dell’identità siciliana, Alberto Samonà, e del direttore del Museo Salinas, Caterina Greco. Presente il sottosegretario alla Cultura, la senatrice Lucia Borgonzoni.

L’affidamento per quattro anni al Salinas di questo reperto archeologico è uno dei frutti dell’accordo di collaborazione culturale voluto dall’assessore Alberto Samonà con le autorità greche. In base al protocollo d’intesa siglato tra i due musei, il mese scorso è arrivato nella capitale greca il frammento del fregio del Partenone (il cosiddetto “reperto Fagan”), che dal museo archeologico Salinas ha raggiunto il nuovo Museo dell’Acropoli di Atene. Un momento che è stato celebrato alla presenza del premier greco Kyriakos Mitsotakis.

La statua acefala di Atena, alta 60 centimetri, è in marmo pentelico e raffigura la dea vestita con un peplo segnato da una cintura portata sulla vita. Indossa l’egida stretta disposta trasversalmente sul petto, originariamente decorata con una gòrgone al centro, andata perduta. La figura sostiene il peso del corpo sulla gamba destra, il braccio sinistro si appoggiava probabilmente ad una lancia; la posa flessuosa e la resa morbida e avvolgente dell’abbigliamento sono tipiche dello stile attico dell’ultimo venticinquennio del V secolo avanti Cristo, influenzato dai modelli delle sculture del Partenone. È la prima volta che dal famoso museo ateniese arriva in Sicilia, per un’esposizione di lungo periodo, una testimonianza originale della storia della città che ha profondamente segnato, con la sua arte, l’intera cultura occidentale.

La permanenza a Palermo della scultura che appartiene alle collezioni del Museo dell’Acropoli costituisce il punto di partenza della sinergia avviata fra la Sicilia e la Grecia: una svolta che avrà effetti positivi sull’offerta culturale regionale, grazie a iniziative – conferenze, mostre, ricerche scientifiche – che saranno organizzate in comune fra il Museo dell’Acropoli di Atene e il Museo archeologico regionale Salinas di Palermo. Sabato e domenica CoopCulture, la società che gestisce i servizi museali del Salinas, propone la possibilità per tutti di visitare il Museo Antonino Salinas con archeologi esperti in mediazione culturale che nel presentare la statua proveniente dal Museo dell’Acropoli la legheranno alle collezioni del Museo e racconteranno il primo grande esperimento virtuoso che ha portato un frammento del Partenone in Grecia ponendo l’Italia quale primo paese d’Europa ad iniziare un dialogo culturale atteso da oltre 50 anni.

Alberto Samonà

“Il nostro è stato un gesto simbolico e i gesti simbolici di solito sono seguiti da azioni concrete. Da oggi una scultura della dea Atena arriva in Sicilia dal cuore della culla della civiltà mediterranea e nasce uno scambio tra Grecia e Sicilia che porta ad iniziative importanti“. Lo ha detto l’assessore alla cultura della Regione siciliana, Alberto Samonà, a margine della presentazione della statua di Atene giunta al Salinas di Palermo dal museo archeologico dell’Acropoli.
Sono in cantiere mostre e attività di ricerca, attività scientifiche tra i due musei e tra la Sicilia e la Grecia.
Attraverso un gesto simbolico diamo il via ad una politica culturale mediterranea di stretta collaborazione”, ha aggiunto.

© Riproduzione Riservata

L’articolo Palermo, dalla Grecia arriva la statua della dea Atena per i 4 anni del Salinas sembra essere il primo su ilSicilia.it.