HomeEuronewsQual'è la verità sul Covid in Cina?

Qual’è la verità sul Covid in Cina?

Qual è la reale situazione sanitaria in Cina? L’Organizzazione mondiale della sanità chiede una maggiore cooperazione di fronte alla più grande ondata di infezioni da covid-19 nel gigante asiatico dallo scoppio della pandemia. L’OMS prevede che circa 800 milioni di cinesi saranno infettati dal coronavirus quest’inverno, ma le informazioni che arrivano sono ridotte al minimo.

Dice Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS: “L’OMS è molto preoccupata per l’evolversi della situazione in Cina con l’aumento delle segnalazioni di malattie gravi. Per fare una valutazione completa del rischio della situazione sul campo, l’OMS ha bisogno di informazioni più dettagliate su gravità della malattia, sui ricoveri ospedalieri e sui requisiti per il supporto in terapia intensiva.”

Pechino ha recentemente deciso di abbandonare la sua controversa politica Zero COVID e ha allentato le rigide misure per combattere la pandemia. Le infezioni però sono aumentate vertiginosamente e decine di milioni di anziani non sono stati vaccinati.

Così Mao Ning, portavoce del ministero degli Esteri cinese: “Stiamo adattando le nostre misure di risposta al COVID ai nuovi sviluppi dell’epidemia, in modo da coordinare meglio la risposta all’epidemia e lo sviluppo socio-economico. Attualmente, la vaccinazione delle iniezioni di richiamo sta procedendo in modo ordinato e le medicine e i reagenti di test possono generalmente soddisfare la domanda. Le vendite di farmaci per la febbre e il mal di testa sono salite alle stelle in tutto il paese. In città come Wuhan, dove è iniziata la pandemia, più di tre milioni di compresse di ibuprofene vengono distribuite quotidianamente nelle farmacie e nei centri medici.

Fonte: Euronews

ARTICOLI CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

35,398FansMi piace
1,564FollowerSegui