HomePALATO DiVINOPizza siciliana e grani antichi: primi germogli a Mongiuffi

Pizza siciliana e grani antichi: primi germogli a Mongiuffi

TAORMINA – Ad un mese dalla semina, si iniziano a vedere i primi germogli, del progetto adotta un campo di grano, avviato nel polo turistico di Taormina, presso il Comune di Mongiuffi Melia. La grande sfida che punta alla valorizzazione della pizza siciliana è partita nella fase finale 2022 e in questo anno appena iniziato è destinata a diventare realtà.

“Siamo orgogliosi del progetto che abbiamo avviato e questi primi germogli ci incoraggiano ad andare avanti con passione e determinazione, soprattutto con amore per la nostra terra, da valorizzare e far conoscere nel mondo attraverso la qualità dei prodotto nostrani. Non ci resta che aspettare madre natura“, ha evidenziato l’ideatore e promotore dell’iniziativa, il presidente della Fip, la Federazione Italiana Pizzazioli, Giuseppe Santoro. Intanto altri contadini hanno aderito con entusiasmo al progetto e tra questi c’è anche il papà del sindaco Rosario D’Amore. “Abbiamo tanti progetti per il futuro e li vogliamo attuare sempre all’insegna del sano, buono e giusto”, aggiunge Santoro, responsabile dei Percorsi Enogastronomici di Slow Food Alcantara-Taormina.

La semina a Mongiuffi era avvenuta l’11 dicembre 2022, una data storica nella Valle del Ghiodaro perché in quella giornata è partito il progetto “Adotta un Campo di Grano”, fortemente voluto e lanciato da Santoro, in collaborazione con il Comune di Mongiuffi e con il fondamentale apporto del Molino Crisafulli Soc Coop Agricola di Caltagirone, del mugnaio doc Tano Sammartino. Prosegue, dunque, la sfida che punta alla valorizzazione nel mondo della pizza siciliana. Il progetto scommette, in particolare, sui grani antichi. A Mongiuffi è stato seminato il margherito, un grano duro.

I protagonisti di questa fase sono i contadini, amanti e specialisti della natura. L’iniziativa viene sostenuta dal sindaco Rosario D’Amore e dall’assessore al Turismo di Mongiuffi, Marcello Longo, ed anche dal presidente della Consulta giovanile Mauro Siligato.

ARTICOLI CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

35,398FansMi piace
1,564FollowerSegui